MIRAI DIARIES – Mirai Diaries Cercasi (parte terza ed ultima)

MIRAI DIARIES

Sesto episodio di “Mirai Diaries”. Spezzoni e vissuti di un’agenzia di digital marketing milanese, con sponda a New York, tra lavoro, divertimento e attività “extra curricolari”.

Le cose belle, prima o poi, finiscono. Eccoci qui dunque, senza alcuna minima traccia di modestia, con l’ultimo episodio di Mirai Diaries versione quarantena. La rubrica che ha raccontato la vita da reclusi dei nostri marketer eroi.

(Prima parte Seconda parte)

Oggi iniziamo da Greta, colei alla quale devo inviare gli articoli per essere pubblicati, pertanto anche colei che sovente mi ha ricordato l’incombente consegna… essendo io un procrastinatore professionista.

Greta, boia dé, si è rintanata nella sua Toscana dove, oltre a impiegare le forze su Mirai Bay, ha finalmente lanciato il suo personalissimo progetto “Enneagramma”. Di cosa si tratta? Beh cercatela su LinkedIn, fa pure un sacco di like!

C’è poi Nik, il nostro IT numero uno (anche perché è l’unico). Sinceramente non ho molte notizie da parte sua. Ma non mi stupirei di trovarlo, al rientro in ufficio, con tre videogame sviluppati e pubblicati da Ubisoft. Qualche sito hackerato e un imprecisato numero di plugin per WordPress che tracciano anche il numero di volte in cui ti alzi a bere l’acqua durante la giornata. 

Chiudiamo poi con Matteo, ultimo ma non per importanza. La sua quarantena è trascorsa tra maratone di film e, cito, “un’indiscriminata quanto totalmente fuori controllo crescita della barba che non faccio dal giorno 1”. Spirito da reclusione eccellente. Cast Away, voto 10.

Ah dimenticavo, mi ha anche confidato di aver passato del tempo a “seminare e coltivare piante”. Io non ne so nulla, ma nel dubbio facciamo che me ne parli in privato e poi ci accordiamo, Teo?

La quarantena è stata anche tempo di addii e nuovi benvenuti. Tutti quanti salutiamo con affetto Andrea che ha deciso d’intraprendere un altro cammino (no, non quello della ludopatia di cui si parlava un paio di episodi fa). Un mega abbraccio virtuale dalla famiglia Mirai!

Tra i benvenuti, invece, abbiamo tre nuove leve! Peccato per lo smart working ancora in corso… gli atti di soprusi e nonnismo ai danni delle matricole sono solamente rinviati a settembre. Rigorosamente coordinati da Gerald e Luca. Il primo veterano di Mirai e, il secondo, dropshipper per vocazione.

Valeria, Benedetta e Andrea state attenti, in call sembrano tutti carini e coccolosi…

Greta incombe e la consegna pure, mentre la quarantena è ormai finita. Poco è stato lo spazio concesso a Gerald e Luca… ma, come ogni masterpiece che si rispetti, lo spinoff è dietro l’angolo. 

Preparatevi dunque a farvi una cultura su landing page e arroganti campagne FB da 100k al mese, ovviamente in pieno stile Mirai Diaries.

Ci si sente!

TI è PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?
CONDIVIDILO CON CHI AMI ❤️️

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
Condividi su email