CASE STUDY | WEBINAR FUNNEL – Come fatturare decine di migliaia di € dando valore all’utente senza aspettarsi nulla in cambio

Non esistono formule magiche nel marketing… ne siamo sicuri?

Molto spesso creiamo campagne pubblicitarie nelle quali chiediamo agli utenti diversi effort: “clicca”, “scopri”, “acquista”, “iscriviti” e troppo spesso, ci dimentichiamo di dare valore.

Sì, valore.

Se ti domandassi di acquistare il mio pacchetto di caramelle perché, credimi, le mie caramelle sono le migliori che potresti mai acquistare… lo faresti?

Probabilmente una piccola percentuale accetterebbe, ma non tu.

E se invece ti offrissi una caramella gustosa senza chiederti un euro in cambio? In questo caso credo che accetteresti.

Partiamo dal presupposto che oggigiorno:

  • tantissimi altri competitor vendono caramelle
  • gli stessi competitor comunicano alla mia stessa audience, che viene letteralmente bombardata da decine e decine di annunci, che comunicano la supremazia del proprio prodotto
  • è sempre più difficile trovare il famoso oceano blu, ovvero il tuo elemento differenziante.

Cosa può veramente fare la differenza in una strategia di marketing e comunicazione?

Il valore. Ripeto, sì, valore.

Un’arma potentissima che se usata con cautela può portarti risultati incredibili e inaspettati.

Ma vediamo come.

WEBINAR FUNNEL – COME E PERCHÉ STRUTTURARLO

“Nato per promuovere e identificare sessioni informative e/o educative alle quali è possibile prendere parte in forma remota mediante l’utilizzo di una connessione internet.”

E qui potrei già fermarmi. Va da sé che nel periodo storico che stiamo vivendo la possibilità di far conoscere, educare ed informare sul proprio brand da remoto ha i suoi vantaggi.

Ma andiamo avanti.

Essendo un contenuto in formato video esso appare personale ed “umano”, quindi le persone che stanno valutando il prodotto/servizio offerto dal tuo brand, e che sono all’interno del circuito, sono aiutate a prendere consapevolezza sull’identità dell’azienda.

Il webinar, così come le dirette live, contribuisce a creare un’interazione di tipo one-to-one conferendo all’azienda quel valore necessario nel minore tempo possibile.

I webinar creano trust (fiducia) nei confronti del relatore, che acquisisce la credibilità che spinge i partecipanti ad acquistare, in seguito, quei determinati prodotti e/o servizi.

Infine, ad oggi non esistono strumenti di content marketing in grado di monopolizzare l’attenzione delle persone per 30-60 minuti di fila come in un webinar.

WEBINAR FUNNEL: LE BEST PRACTICE

Scaletta ideale per l’utente:

  1. Riconosco un problema
  2. Mi identifico nel problema
  3. Rivelazione della soluzione
  4. Come posso applicarla sulla mia vita
  5. Vendita

Identificare già nel titolo per chi è il webinar, il problema e la possibilità di soluzione è un bel colpo. Ad esempio: “Trasformare la paura in un’energia irrefrenabile.”

ATTENZIONE: non “rivelare” subito la soluzione (necessario per il punto 3).

1. Definire un risultato.
La riflessione da fare prima di intraprendere un webinar è relativa all’obiettivo del webinar stesso. Obiettivi vaghi portano a poco o nessun interesse verso chi parla. Devi mettere il focus sull’obiettivo da raggiungere, definirlo il più possibile, circoscriverlo, in modo da rendere più facile il suo raggiungimento.

Ricordiamoci che l’obiettivo del webinar non è vendere ma DARE VALORE (mi ripeto) all’utente. Solo negli ultimi 10/15 minuti puoi parlare della vendita.

 2. Innescare Bias cognitivi

  • Reciprocità (ricevere informazioni, beni o servizi e sentire il dovere di ricambiare);
  • Authority (creare uno Status Symbol che consenta di essere autorevole e affidabile);
  • Avversione alla perdita (essere disposti ad assumere un rischio se questo comporta ridurre delle perdite, rispetto a quelli che correremmo per finalizzare un aumento di guadagno).

3. Mantenere alta l’attenzione dei partecipanti.
Il tempo di attenzione di un pubblico medio si aggira intorno a 10 minuti. È importante favorire il più possibile l’interattività della platea. 

Alcuni esempi:

  • fare domande e invitare l’utente a rifletterci
  • invitare a commentare il webinar
  • invitare a fare domande alle quali si risponderà in seguito tramite mail

WEBINAR FUNNEL: CASE STUDY 

Il cliente per cui ho utilizzato questa strategia voleva vendere un evento online di 3 giorni incentrato sulla consapevolezza di se stessi.

Gli e-ticket avevano un costo minimo di € 300 fino ad un massimo di € 1.500.

Come convincere utenti che non conoscono o conoscono poco il prodotto in questione a spendere così tanti soldi per comprare il biglietto?

Soluzione: webinar, webinar, webinar.

La strategia era così composta: agli utenti veniva comunicato tramite campagne di Facebook Advertising che in forma TOTALMENTE GRATUITA erano invitati a partecipare al webinar per trattare insieme ad un esperto determinati argomenti.

Gli argomenti scelti, ovviamente, erano propedeutici al topic finale relativo all’evento a pagamento.

Cliccando sul post sponsorizzato sui social, venivano indirizzati ad un form di registrazione dopodiché aspettavano 15 minuti e il webinar avrebbe avuto inizio (potremmo aprire un’enorme parentesi tra webinar live e registrati, per comodità dell’utente il nostro era registrato così da permetterne la visione nei giorni e orari preferiti).

Il webinar aveva la lunghezza di un’ora e seguiva le best practice che abbiamo citato sopra.

A 5 minuti dalla fine compariva l’offerta bonus per gli utenti che avevano partecipato fino alla fine del seminario online. E già lì, passami l’entusiasmo, una valanga di acquisti.

Non contenti, avendo ottenuto tantissime mail da chi si era iscritto, è stato possibile fare remarketing a costo 0 tramite una struttura di automation marketing.

Conclusione?

  • Si sono registrati: 1.672 utenti
  • Budget speso: € 1.049,02
  • Fatturato generato: € 34.630,00

Non esistono formule magiche nel marketing, questa è una certezza.
Ma una strategia improntata sul dare valore all’utente per poi riceverne in cambio funziona?

Lascio a te rispondere.

Hai domande sull’articolo o sulla strategia di webinnar funnel? Lasciaci pure un commento oppure prenota la tua consulenza cliccando qui.

Se pensi che l’argomento sia interessante, condividi l’articolo sui tuoi social e invita i tuoi amici a leggerlo.

A presto,
Vale

 

TI è PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?
CONDIVIDILO CON CHI AMI ❤️️

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
Condividi su email